Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[L’analisi] Così il caro energia soffoca le imprese

Il costo medio delle bollette, a causa della crisi energetica, è passata dal 15,8% della media dei costi di una piccola impresa al 28,1%, di fatto raddoppiata. Significa che mediamente l’energia è diventata una delle spese più importanti per le imprese artigiane venete. Il dato emerge da una rilevazione campionaria su 403 attività con meno di 10 addetti.

Il secondo dato di interesse che emerge è la forte resilienza delle attività che, nel 50% dei casi, intende far fronte all’emergenza con un minore uso di illuminazione e aria condizionata/ riscaldamento, 1 su 4 ritiene che non avrà comunque nessuna conseguenza e solo il 6% prevede di chiudere l’attività.

Infine, oltre il 25% 4 chiede di essere sostenuto negli investimenti in energie rinnovabili: Comunità Energetiche ed autoproduzione (fotovoltaico etc) e ulteriori proroghe del credito d’imposta sui costi di elettricità e gas. «Lo tsunami energetico che si sta abbattendo su imprese e famiglie non può essere affrontato solo con l’aumento del debito pubblico. È necessario un cambio di passo e di paradigma» ha sottolineato Roberto Boschetto, Presidente di Confartigianato Imprese Veneto.

«Dobbiamo ottimizzare il consumo di energia sia attraverso interventi comportamentali ma soprattutto grazie alle nuove tecnologie. Siamo consapevoli» ha proseguito «che la transizione verso le energie rinnovabili e le tecnologie a basse emissioni di carbonio può portare alla ribalta nuovi ed ulteriori problemi di sicurezza energetica, ad esempio problematiche nelle catene di approvvigionamento necessarie per garantire i materiali di transizione, ma dobbiamo compiere scelte coraggiose e decise sulla base degli strumenti che oggi abbiamo a disposizione».

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.