Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[L’iniziativa] Il distretto aerospaziale della Puglia compete nel mondo. Ecco perché 

Il Distretto Tecnologico Aerospaziale (Dta) di Brindisi accelera sui materiali compositi per l’industria aeronautica grazie all’accordo tra Dema e Blackshape Aircraft. Un’intesa che prevede la fornitura per 5 anni di componenti strutturali in materiale composito per i velivoli Blackshape BK-160 Gabriel e BS-100 Prime. 

Dema, controllata dal Gruppo Mediobanca

I componenti saranno prodotti all’interno del Distretto brindisino da Dema, controllata da Cairn Capital (Gruppo Mediobanca) attraverso la controllata Dar. Fondata nel 1993, Dema progetta, industrializza e assembla strutture aeronautiche per i principali operatori internazionali del settore. 

Ha oltre 600 dipendenti e conta 4 stabilimenti produttivi a Somma Vesuviana (Napoli), Paolisi (Benevento) e Brindisi oltre a Dema Aeronautics, il centro di ricerca e sviluppo con sede a Montréal (Canada). Blackshape Aircraft (gruppo Angel) è stata fondata nel 2009 a Monopoli (Bari) ed è specializzata in progettazione e produzione di velivoli da addestramento e di aviazione generale in materiale composito.

Renato Vaghi: “Forte dialogo tra imprese e istituzioni”

Con l’accordo, spiega il presidente e amministratore delegato di Dema Renato Vaghi, “due aziende, per molti versi complementari, possono guardare al futuro con ottimismo, lasciandosi alle spalle le difficoltà fronteggiate negli ultimi anni di emergenza sanitaria”. Un risultato frutto “dell’aperto dialogo tra imprese e istituzioni, in questo caso la Regione Puglia, che riescono a garantire condizioni favorevoli alla crescita del territorio”, conclude l’Industriale manager brindisino.

 Gli fa eco il fondatore e amministratore delegato di Blackshape Luciano Belviso, che sottolinea la “più ampia strategia volta da un lato a scalare la nostra capacità produttiva e dall’altro a contribuire a rafforzare il posizionamento sia nostro che della nostra rete di partners”. Un “primo passo” per “future ulteriori collaborazioni” all’interno del Dta.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.