Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Gilberto Dialuce (presidente ENEA): «Mettiamo a fattor comune le nostre ricerche per una nuova sfida spaziale italiana»

L’ENEA è pronta a mettere a fattor comune il suo bagaglio di tecnologie, conoscenze e infrastrutture per contribuire ad una nuova sfida spaziale italiana e cogliere le opportunità di crescita, progresso e benessere che ne possono derivare, stimolando nuove idee, conoscenze e scoperte. È quanto afferma il Presidente dell’ENEA Gilberto Dialuce in occasione della Giornata Nazionale dello Spazio che si celebra oggi. “Abbiamo solide competenze e professionalità per supportare questa fase molto dinamica di trasformazione del settore dello Spazio, un comparto che merita particolare attenzione per le sue implicazioni sul progresso e il futuro dell’umanità”, sottolinea Dialuce nell’editoriale del nuovo numero del magazine ENEA “Energia Ambiente e Innovazione” dal titolo Ricerca e Innovazione per la sfida spaziale, online sul sito eai.enea.it.

Il magazine evidenzia l’importanza strategica del comparto spaziale per il nostro Paese: con oltre 2 miliardi di euro di fatturato annuo e 7 mila addetti, l’Italia è tra le poche nazioni al mondo a disporre di una filiera industriale nazionale completa con competenze uniche riconosciute a livello internazionale, nate anche grazie alla collaborazione tra ricerca pubblica e imprese di settore, e finalizzate all’esplorazione umana dello Spazio. Secondo l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l’industria spaziale nazionale vanta oltre 200 imprese con competenze di eccellenza su attività upstream e downstream, 12 distretti tecnologici, un cluster tecnologico aerospaziale, tre associazioni industriali, startup e grandi aziende esportatrici di tecnologie e sistemi complessi.

Il magazine dedica una parte speciale ai progetti, alle collaborazioni in atto in Italia e all’estero e alle infrastrutture ENEA per la ricerca aerospaziale. Vi sono poi interviste all’astronauta Umberto Guidoni,ad esponenti delle istituzioni nazionali e internazionali come il Presidente dell’ASI Giorgio Saccoccia ela prossima Direttrice dei Programmi di Osservazione della Terra di ESA e Capo di ESRIN Simonetta Cheli, e interventi di protagonisti del settore quali l’europarlamentare Massimiliano Salini, relatore al Parlamento europeo del piano da 14,8 miliardi di euro della UE per lo Spazio, l’astrofisica Simonetta Di Pippo, Direttrice dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico, ed esperti come Andrea Taramelli, Professore presso la Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia e Coordinatore Nazionale del Copernicus User Forum Italia, Alessandro Cavallo e Angelo Paravano dell’Osservatorio per la Space Economy del Politecnico di Milano.

Alle loro testimonianze si affiancano quelle degli amministratori delegati di Thales Alenia Spazio Claudio Massimo Comparini edi Avio Giulio Ranzo, del responsabile per le attività spaziali di Leonardo e AD di Telespazio Luigi Pasquali, del presidente  dell’Associazione delle Imprese per le Attività Spaziali Luca Rossettini, del CEO di Planetek Italia Giovanni Sylos Labini, di Raffaele Mauro,General Partner di Primo Space, fondo di venture capital specializzato nella new space economy, e del Responsabile Strategic and Corporate Development di Telespazio Giuseppe Aridon

Tra le altre iniziative ENEA per la Giornata Nazionale dello Spazio, la visita virtuale (su Facebook) alle “Camere lunari” del Centro Ricerche Casaccia dove i ricercatori del Laboratorio Biotecnologie presenteranno in anteprima le attività condotte nell’ambito del progetto SOLE per la coltivazione di micro-ortaggi ad alto potere nutritivo all’interno di un orto idroponico con sistema di illuminazione LED. Inoltre, alla mostra “La Scienza di Roma. Passato, presente, futuro di una città” al Palazzo delle Esposizioni di Roma sono esposte alcune delle tecnologie di frontiera ENEA sviluppate in collaborazione con ASI ed altre istituzioni per supportare la vita dell’uomo nello Spazio.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.