Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Edoardo Rixi, vice ministro Infrastrutture e trasporti: “E’ fondamentale aumentare la capacità logistica dell’Italia” | Stati Generali della Ripartenza

“Per noi è fondamentale aumentare la capacità logistica di un Paese come l’Italia” che “si trova nelle condizioni di diventare il secondo pilastro logistico dell’industria europea”. Lo ha detto il viceministro delle Infrastrutture, Edoardo Rixi, nel suo video messaggio inviato agli Stati generali della ripartenza organizzati dall’Osservatorio economico e sociale ‘Riparte l’Italia’ a Bologna.

 “Noi siamo partiti con una serie di bandi anche sulla autorità di sistema portuale, stiamo potenziando gli scali, stiamo investendo 24 milioni di euro sul sistema ferroviario per garantire alcune opere ad qui al 2026” e completeremo i corridoi europei che attraversano il nostro Paese entro il 2032, assicura il vice ministro.

“Abbiamo contenziosi aperti con l’Austria per quanto riguarda il Brennero” e “stiamo lavorando con la Svizzera per il potenziamento dei valichi ferroviari, anche rivedendo alcune norme per quanto riguarda i treni merci, che noi vorremmo portare ad un unico conducente come per il resto dell’Europa. Questo – chiarisce Rixi – ci consentirà di aumentare la capacità dei valichi ferroviari di circa il 15%”. Circostanza particolarmente importante per supplire alla chiusura del Frejus, che sarà di circa un anno.

 “Stiamo anche cercando di individuare dei corridoi per i trasporti eccezionali, fondamentali per l’industria metalmeccanica del Nord Italia per raggiungere i loro mercati di destinazione”, aggiunge il vice ministro che ricorda come “quando si investono circa 200 miliardi nei prossimi 15 anni sulla ristrutturazione di un sistema logistico complesso nazionale, riuscire anche a garantire i flussi di traffico anche in presenza dei cantieri è un elemento che stressa ancora di più il sistema, ma è necessario per garantire l’approvvigionamento al nostro sistema industriale”.

“Ogni confronto è utile – conclude Rixi – e ogni possibilità di trovare soluzioni innovative, anche attraverso la digitalizzazione dei processi, è fondamentale per raggiungere delle performance già da subito a infrastrutture invariate”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.