La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Coldiretti: crescita record export degli alimenti Made in Italy

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Crescita record nell’export degli alimenti Made in Italy. Secondo quanto emerge dalle proiezioni di Coldiretti, realizzate sulla base dei dati forniti dall’Istat sul commercio estero nella prima metà del 2021, è stato registrato «un balzo dell’11,2% nel 2021», che punta a salire alla cifra di 50 miliardi «mai registrata nella storia dell’Italia».

«Un risultato ottenuto» sottolinea la Coldiretti «nonostante le difficoltà degli scambi commerciali e il lockdown, che ha pesantemente colpito la cucina italiana ma anche favorito il ritorno in tutti continenti alla preparazione casalinga dei pasti con il boom delle ricette Made in Italy».

«Tra i principali clienti del Made in Italy a tavola ci sono gli Stati Uniti, che si collocano al secondo posto ma fanno registrare l’incremento maggiore della domanda con un balzo del 18,4%. Positivo l’andamento anche in Germania che si classifica al primo posto tra i Paesi importatori di italian food con un incremento del 6,8%, praticamente lo stesso della Francia (+6,7%) che si colloca al terzo posto mentre al quarto la Gran Bretagna dove a causa della Brexit, con l’appesantimento dei carichi amministrativi, l’export alimentare crolla invece del’ 4,6%. Fra gli altri mercati» evidenzia la Coldiretti «si segnala la crescita del 16,5% in quello russo e un vero e proprio balzo in avanti di quello cinese con +57,7%». È quanto si legge in un pezzo pubblicato sul Corriere dell’Umbria.

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.