La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Claudio Descalzi (ad Eni): «Dal 2014 abbiamo investito 5 mld in tecnologie, ora obbiettivo decarbonizzazione»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il cambiamento per Eni «è stato soprattutto un cambiamento tecnologico, iniziato nel 2014, abbiamo investito più di 5 miliardi in tecnologie. L’obiettivo è decarbonizzare il momento produttivo ma l’obiettivo più importante che ci deve portare al 2050 alla completa decarbonizzazione, è quello di decarbonizzare i prodotti. La grande rivoluzione tecnologica e di competenze è quella di cambiare i prodotti». Così l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, nel corso della presentazione della Carta del Consumo Circolare.

«Abbiamo una grande base clienti contrattualizzati di oltre 10 milioni che vogliamo incrementare a 15-20 milioni che consumano gas ed energia elettrica» e che devono sapere che tipo di prodotti consumano. «Lavorare questo anno e mezzo è stato importante ma deve continuare e deve essere un processo dinamico perché questi nuovi prodotti creano nuovi posti di lavoro, nuove skill, nuove reti di connessione con consumatori e università che rappresenta una parte fondamentale per certificare tali processi, per riconoscerli, per dare una garanzia terza al consumatore», ha concluso l’ad di Eni. 

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.