Alessandro Profumo (AD Leonardo): «MPS, ho sempre operato con massima correttezza»

“L’operato che ha caratterizzato tutta la mia vita, senza alcuna eccezione, si è sempre basato sulla correttezza, massima trasparenza, senso delle istituzioni e rispetto per le aziende che ho avuto l’onore di guidare”. Lo afferma l’amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo, in una comunicazione a tutti i dipendenti, dopo la sentenza di primo grado sul caso Mps, di cui era stato presidente fino al 2015.

“Ho sempre creduto nel dialogo costante con tutti voi – scrive Profumo -. A maggior ragione in questa personale circostanza, sento il desiderio di condividere con voi il mio pensiero. La recente notizia della mia condanna in primo grado nel processo relativo al precedente ruolo in Mps, mi ha comprensibilmente amareggiato, ma non ha scalfito la mia serenità d’animo”. 

“Con piena fiducia nella giustizia italiana, attendo di conoscere le motivazioni della sentenza per ricorrere in appello e vedere affermati quei valori che hanno sempre animato la mia azione personale e professionale”.

“In un momento così delicato per la nostra comunità e per l’intero Paese – prosegue il manager – dobbiamo continuare ad agire con la solidità che ci contraddistingue da sempre. Il nostro mercato di riferimento ci sta dando fiducia e risultati ottenuti in un periodo segnato Dalle gravi difficoltà della pandemia raccontano di un’azienda solida di professionisti animati da passione e competenza”. 

“Il nostro piano industriale, al servizio del paese, rimane l’obiettivo primario da perseguire con entusiasmo, responsabilità e massimo impegno, a partire dal mio”, conclude Profumo. 

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.