Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Andrea Micangeli (professore Università La Sapienza): «Per affrontare la transizione è fondamentale fare comunità»

Muoversi insieme verso una transizione ecologica ed energetica, ma anche per ritrovare una stabilità geopolitica. Questa l’esortazione del professore di Ingegneria energetica de La Sapienza, Andrea Micangeli.

«La rinnovabile è ovunque, c’è motivo di guardarsi negli occhi tra pubblici e privati per produrre e consumare energie rinnovabili. Questo è un passo di pace e geopolitico, è nostro dovere prendere una legge europea e una italiana per metterla finalmente in pratica nelle nostre case» ha detto nel corso dell’evento “100 per 100 energia in comune. La Regione promuove le Comunità energetiche rinnovabili nel Lazio. Obiettivo 100 Comunità 100comuni”.

«Ho lavorato con gli studenti sul territorio raccogliendo dati veri per la costruzione di impianti veri. La transizione ci riguarda a livello locale e come Sapienza ci prendiamo la responsabilità per le 100 comunità. L’incentivo è dato in una cassa comune dove la comunità energetica è legata da interessi comuni, per 20 anni la comunità può vedere pagato il consumo» ha continuato Micangeli.

«Fondamentale l’utilizzo di fonte energetico come biomassa e gas anche se per un po’ le abbiamo tenute da parte. Abbiamo anche fatto delle simulazioni e abbiamo parlato con un centro di persone con disabilità che è diventato un centro per l’energia, ci sono 35 comuni che ci continuano a chiamare mentre 5 hanno già realizzato tutto: è fondamentale fare comunità in questi casi» ha concluso Micangeli.        

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.