Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Merlata Bloom: a Milano apre il super mall sostenibile | L’iniziativa

Collegherà il quartiere residenziale UpTown di Cascina Merlata e il distretto dell’innovazione Mind (area Expo). E ridarà vita a un quadrante di Milano, quello nord ovest, al centro di uno dei progetti di trasformazione urbana più grandi d’Europa. Ieri è stato inaugurato il centro commerciale Merlata Bloom Milano.

Frutto di un investimento di 400 milioni di euro, scrive MF-Milano Finanza, il super mall è stato sviluppato da Merlata Mall, joint venture tra il gruppo Ceetrus (49,9%), ImmobiliarEuropea (32%) e Sal Service di Carlo Salvini (18%). La struttura è gestita e commercializzata da Nhood Services Italy sin dalla fase progettuale ed è nata grazie al contributo rilevante di un pool di banche, guidate da Intesa Sanpaolo. I guadagni, invece, arriveranno dai canoni, che si aggireranno sui 32-33 milioni.

“Questo progetto è figlio di una scelta coraggiosa: lo abbiamo lanciato ad aprile 2020, in pieno primo lockdown”, spiega Marco Balducci, membro del cda di Merlata Mall e ceo di Nhood Holding. “Il Merlata Bloom è un lifestyle center, un luogo di vita dove le persone possono trascorrere del tempo insieme”, aggiunge Luigi Borrè, presidente di EuroMilano, che ha acquistato l’area prima della pandemia. I milanesi si incontreranno in un super centro commerciale immerso in 30 ettari di parco, con 5mila metri quadri di aree verdi interne ed esterne. Ma in totale i metri quadri sono 70 mila, con 210 unità commerciali di cui 43 di food & beverage. Tra i brand più noti vanno ricordati Esselunga, Decathlon, Notorius Cinema e Roadhouse. Senza dimenticare Euronics, Mondadori, Ikea, Portobello, Juice e Flying Tiger, una serie a cui si è aggiunta per ultima la quotata Deodato Gallery.

Grazie ai suoi esercizi commerciali il Merlata Bloom Milano ha creato circa 2 mila nuovi posti di lavoro. Lo ha fatto in un ambiente eco-sostenibile, caratterizzato dall’ampio uso di vetro e legno.

Inoltre, il complesso è stato concepito sin dalla fase progettuale con un alto grado di efficienza energetica: in particolare, la struttura consumerà il 24% in meno rispetto agli edifici a energia quasi zero, sarà gas-free grazie al collegamento alla rete di A2A e avrà più di cinque mila metri quadri di pannelli fotovoltaici. Insomma, “per produrre energia non siamo costretti a bruciare carburante”, spiega Sergio Zuncheddu, presidente e ad di Merlata Mall. “Siamo pienamente sostenibili”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.