Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[Il documento] Banche: ecco la circolare Abi sulle misure per favorire il credito contro il caro-energia

È stata inviata agli associati dell’Abi una circolare con i principali contenuti del Decreto-legge “Aiuti ter”. In particolare, la circolare segnala alcune misure per favorire l’accesso al credito delle imprese in relazione al caro energia. L’efficacia di alcune misure contenute nel decreto, segnala l’associazione, è subordinata all’approvazione della Commissione europea.

Nel decreto legge è previsto che la Sace possa rilasciare gratuitamente le garanzie “SupportItalia” previste dall’articolo 15 Decreto “Aiuti”, nel rispetto del regime “Aiuti di importo contenuto” del «Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina» e dei Regolamenti “de minimis” o di esenzione per categoria, a condizione che il tasso di interesse applicato alla quota del finanziamento garantito non sia superiore – al momento della richiesta di garanzia – al rendimento dei buoni del Tesoro poliennali (Btp) di durata media pari o immediatamente superiore al finanziamento concesso.

Nella circolare, palazzo Altieri segnala inoltre le modifiche alle condizioni di ammissibilità alla garanzia SupportItalia e all’importo massimo garantito, a copertura del fabbisogno di liquidità, che potrà essere elevato fino a 25 milioni di euro. anche prevista la gratuità per le garanzie rilasciate dal Fondo di garanzia per le Pmi, ai sensi del «Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina», nella misura massima dell’80% dell’importo del finanziamento, in favore di tutti i soggetti beneficiari (indipendentemente dalla fascia di appartenenza di cui al modello di valutazione del Fondo), in analogia a quanto previsto per la garanzia rilasciata da Sace.

Nel decreto, mette in evidenza l’associazione, è previsto l’aumento, da 35.000 euro a 62.000 euro, dell’importo massimo garantibile della copertura che Ismea rilascia ai sensi dell’articolo 20 del Dl Aiuti. Inoltre, sono previsti dei contributi, sotto forma di credito d’imposta – cedibili – in favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.