La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Barbara Floridia (Sottosegretaria Istruzione): «Vogliamo educare le nostre ragazze e i nostri ragazzi alla sostenibilità»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Si è riunito, in videoconferenza, il Comitato tecnico-scientifico nato per l’attuazione di “RiGenerazione Scuola”, il Piano per la transizione ecologica e culturale delle scuole fortemente voluto dalla Sottosegretaria Barbara Floridia.

Il Comitato, nominato il 5 luglio dal Ministro Patrizio Bianchi e coordinato dalla Sottosegretaria con delega in materia di sostenibilità, è al lavoro per l’attuazione del Piano, che si basa su quattro pilastri: rigenerazione dei saperi, delle infrastrutture, dei comportamenti e delle opportunità. 

Educare i giovani ad abitare il mondo in modo nuovo, ponendo maggiore attenzione ai temi ambientali, alla sostenibilità delle nostre economie e dei nostri stili di vita, progettando nuovi mestieri che sappiano guardare al futuro, rispettando ciò che ci circonda. Questi gli obiettivi di “RiGenerazione Scuola”. 

“Stiamo mettendo a sistema il materiale didattico e culturale che potrà essere messo a disposizione delle scuole per educare le nostre ragazze e i nostri ragazzi alla sostenibilità – ha detto la Sottosegretaria Floridia –. Per questo, lavoriamo in rete con i rappresentanti di amministrazioni pubbliche, istituzioni culturali, scientifiche, di ricerca, organizzazioni no profit e profit, che sostengono il Piano e che aiuteranno il Ministero nella realizzazione delle iniziative volte alla transizione ecologica e culturale delle scuole. Stiamo lavorando per un cambiamento reale. Per realizzarlo, siamo consapevoli che dobbiamo dare alle nuove generazioni gli strumenti per avere una visione di lungo periodo, per comprendere le sfide ambientali che ci aspettano e per agire”. 

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.