Silvio Berlusconi: «Sono spossato ma vi ho dimostrato che il Covid si può battere»

L’invito è a non mollare perché non si tratta di una battaglia persa.

Lo rivolge a tutti Silvio Berlusconi che racconta la sua esperienza di malato di Covid-19.

“Mi sento molto stanco, spossato. Questa è la caratteristica del Covid. Ma ho superato anche questa difficile prova, e questo mi rende sereno. Nei primi giorni di ricovero – continua – ho temuto per la mia vita, questo sì. Ma dopo ho continuato a lavorare a delle interviste per i giornali, nonostante il professor Zangrillo, che oltre ad essere un bravo medico è un mio amico, cercasse in tutti i modi di impedirmelo”.

“Mi sento vicino al dolore di tante famiglie che, come la mia, sono state provate da questo terribile morbo. Ancora di più – rileva l’ex premier – mi sento vicino a chi ha perso una persona cara. Temevo di non farcela – dice Berlusconi – in quei momenti ho avuto chiare negli occhi le terribili immagini degli ospedali che tutti abbiamo visto in questi mesi, le terapie intensive, i pazienti intubati”.

Il consiglio che Berlusconi rivolge a tutti gli ammalati è questo: “Non lasciatevi andare, non perdete mai la speranza di guarire. Il Covid si può battere”.

“Il caso di Israele dimostra che il pericolo è dietro l’angolo. Però dobbiamo assolutamente scongiurarlo. Una seconda ondata sarebbe una catastrofe umanitaria, sanitaria ed economica senza precedenti. Per questo tutti abbiamo il dovere di rispettare con il massimo rigore le regole per prevenire i contagi”.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.