Come spendere i fondi dell’Europa. Ecco la voce dei nostri lettori: idee e proposte dalla Liguria

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ornella Lavagnino – Maissana di La Spezia – Casalinga

Ripopolare l’entroterra. Le strade dell’entroterra ligure dovrebbero essere mantenute in condizioni ottimali e cercando di diminuire, attraverso gallerie, il tempo per raggiungere il posto di lavoro. Aiutare i pochi laboratori artigianali e cercare di agevolare i giovani a rimanere, in questo modo anche l’ambiente (ad es. il dissesto) ne avrebbe giovamento.

Roberta Licinio – Genova – Insegnante

Diminuire il numero di alunni per classe. Edilizia scolastica su edifici già esistenti anche con creazione nuovi laboratori. Potenziamento reti informatiche su fibra.

Giancarla Grecchi – Lavagna (GE) – Artigiana

I fondi vanno dati prima, non come rimborso! Il rimborso deve essere all’80 x cento! Non al 50. Siamo in difficoltà.

Ingles Alberti – Sanremo (IM) – Insegnante

Rinnovare le aule informatiche di tutte le scuole, potenziare le risorse per esperti digitali. Corsi gratuiti di informatica e inglese per tutti i docenti (obbligatori). Faccio presente che la didattica digitale in Italia è stata svolta con i Pc personali dei docenti.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.