La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Antonio Decaro (Presidente ANCI): «Comuni da sempre ambasciatori del nostro grande patrimonio»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

“I Comuni sono da sempre ambasciatori di bellezza e del grande patrimonio storico, artistico e paesaggistico del nostro Paese e, a testimonianza di questo ruolo, è giunta la notizia del riconoscimento Unesco che premia le città di Padova e di Montecatini Terme. Da presidente Anci mi unisco alla gioia dei sindaci Giordani e Baroncini che vedono così confermato anche il valore del grande lavoro che i sindaci svolgono quotidianamente per il proprio territorio e per la crescita delle comunità che amministrano”. Lo afferma Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente di Anci nazionale, all’indomani del riconoscimento assegnato dall’Agenzia delle Nazioni Unite a Padova e Montecatini terme.

“L’ Italia è un Paese che può ancora fare tanto per la valorizzazione dell’immenso patrimonio che da nord a sud è custodito nei piccoli borghi come nelle grandi città e in questo percorso i sindaci e le amministrazioni comunali sono impegnati – ribadisce Decaro – in prima linea perché conoscono come nessun altro le potenzialità dei territori e le difficoltà che si incontrano ogni giorno nella tutela e nella valorizzazione delle nostre eccellenze”.

“Per Padova è veramente una grande soddisfazione anche per il lavoro fatto in questi anni, da questa come dall’ amministrazione precedente: quando la città decide di fare squadra come sempre più spesso avviene, vince sempre”. Lo afferma il sindaco patavino, Sergio Giordani, commentando l’inserimento del ciclo pittorico di Padova (che comprende la Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto) nella lista dei luoghi protetti dall’UNESCO che ha lo scopo di incentivare la protezione e la conservazione di luoghi significativi dal punto di vista storico, culturale e ambientale.

“Questo riconoscimento è stato accolto dalla città in maniera incredibile, orgogliosi di quanto ci hanno riconosciuto che ora cercheremo di sviluppare al meglio anche per le sue ricadute sul turismo”, assicura Giordani. “Calcoliamo che potrebbe esserci una ricaduta del 10-15% e di conseguenza in questo periodo di ripresa si delineano interessanti prospettive. Dedicheremo un piano marketing mirato e investiremo su questo tema per diffondere sempre di più l’immagine di Padova nel mondo”, conclude il sindaco padovano.

“Una soddisfazione incredibile e straordinaria, è un grande onore per la nostra cittadinanza e per tutto il Paese”. Così il sindaco di Montecatini Terme, Luca Baroncini, commenta l’inserimento del suo comune nella lista dei luoghi protetti dall’UNESCO, insieme alle altre dieci città termali europee.

“Eravamo al ministero della Cultura e abbiamo festeggiato insieme al sindaco precedente Beppe Bellandi che ho sentito la necessità di invitare, perché questo è un lavoro che inizia più di dieci anni fa e negli ultimi due anni ci abbiamo lavorato come amministrazione”, evidenzia Baroncini. Che da questo ambito riconoscimento si attende un rilancio immediato per la città termale: “è una buona notizia anche per la visibilità di Montecatini Terme nel mondo; sarò di parte ma sono convinto che siamo una delle città termali più belle al mondo; oggi ne abbiamo avuto solo il massimo riconoscimento”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.