Il Think Tank quotidiano dove la classe dirigente si confronta sulla Ripartenza

Andrea Baldanza

Andrea Baldanza

Nato a Torre del Greco (NA), l’11 dicembre 1966 ATTIVITA' GIURISDIZIONALE Dal 31 maggio 1996 al 14 maggio 2001 è stato magistrato ordinario, esercitando funzioni di Sostituto Procuratore presso la procura presso il Tribunale di Rieti; Dal 15 maggio 2001 al 31 gennaio 2002 ha esercitato le funzioni di magistrato amministrativo quale referendario presso il Tribunale Amministrativo Regionale della Sicilia – Palermo, Sez. II. Dal 1° febbraio 2002 a13 ottobre 2006 ha esercitato le funzioni di magistrato della Corte dei conti presso la Sezione regionale del controllo – Friuli Venezia Giulia. Dal 4 ottobre 2006 al 13 luglio 2008, in posizione di fuori ruolo presso il Ministero per le riforme delle pubbliche amministrazioni e per l’Innovazione tecnologica, è stato incaricato quale esperto dell’attività normativa ed amministrativa di semplificazione delle norme e delle procedure. Dal 14 luglio 2008 al 31 dicembre 2008 è rientrato in ruolo presso la Corte dei conti, presso la Sezione regionale del controllo -Friuli Venezia Giulia. Dal 1° gennaio 2009 al 18 febbraio 2014 è stato componente della Sezione regionale del controllo della Corte dei conti -Abruzzo. Dal 19 febbraio 2014 al 30 aprile 2015, in posizione di fuori ruolo, è stato Capo dell’Ufficio di gabinetto del Presidente del Consiglio regionale del Lazio. Dal 1° maggio 2015 al 18 marzo 2018, in posizione di fuori molo, è stato Capo dell’Ufficio di gabinetto del Presidente della Regione Lazio. Dal 19 marzo 2018 è tornato in servizio presso la Corte dei conti. Attualmente ricopre l’incarico di Vice Procuratore Generale presso la Procura della Corte dei conti del Lazio. INCARICHI È stato membro del comitato istruttorio della commissione di studio per l’attuazione della legge n. 241190, istituita (con provvedimento del 4 febbraio 1991), dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento della funzione pubblica (Presidente prof. Cassese). È stato membro del comitato di studio per la riforma delle procedure relative ai contratti ad evidenza pubblica, istituito (con provvedimento del 14 maggio 1993) dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica, (coordinatore pro f. Caia). I relativi lavori, contenenti uno scritto in tema di “esecuzione dei contratti della P.A.” (pag. 78-86) sono stati pubblicati in “La riforma della pubblica ministrazione” (atti delle Commissioni e dei Comitati di studio) volume IV, Presidenza del Consiglio dei Ministri 1994. È stato docente, per gli anni accademici 2001-2002 e 2003, di diritto amministrativo militare presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri di Roma. È stato consulente della Provincia di Crotone per il biennio 2004-2006. È stato componente del Collegio Giudicante, istituito presso il Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, per il quadriennio 2005 – 2008. Presidente di collegio arbitrale (contenzioso Consorzio Simbrivio/Igeco Costruzioni S.p.A.). Ha avuto un incarico di consulenza per la redazione degli atti regolamentari presso l’Ente regionale per il diritto allo studio (Laziodisu), dal 2008 rinnovato per l’anno 2009 e 2010. Dal 2010 è vicedirettore della Rivista “Diritto e giurisprudenza agraria, alimentare e del!’ ambiente. Con atto del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali del 9 dicembre 2010 è stato nominato Commissario della Federazione italiana Consorzi agrari. È stato Presidente della Commissione Tecnica consultiva di supporto al Commissario delegato per l’emergenza inquinamento ed idrica nei comuni a sud di Roma serviti dal Consorzio per l’acquedotto del Simbrivio dal 25 febbraio 2011 al 31 dicembre 2011. È stato componente, in qualità di esperto senza diritto di voto, del Comitato per i lavori pubblici regionali della Regione Lazio dal 24 ottobre 2013 al 30 aprile 2015. A decorrere dal 29 ottobre 2019 è nominato Vice Capo di Gabinetto del Ministro dell’economia e delle finanze ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del d.P.R. 3 luglio 2003, n. 227, con contestuale collocamento in posizione eli fuori ruolo extra-istituzionale per la durata del mandato governativo.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.