OSSERVATORIO RIPARTE L’ITALIA

Le sfide da vincere per la rinascita

Le idee di 700 esponenti della classe dirigente per guidare il Paese oltre il Covid. Ecco il Rapporto 2021 dell'Osservatorio Riparte l'Italia. Un big data utilizzato da 500 mila cittadini

Con il contributo di Davide Maria Locatello

AUTORI

Redazione
Riparte l'Italia

DATA

28 dicembre 2021

LUOGO

Online

CONDIVIDI

DOWNLOAD

L’Osservatorio ha seguito da vicino per tutto il 2021 le dinamiche della ripartenza dell’Italia, raccogliendo le idee e le proposte di istituzioni ed esponenti della società civile

Più di 10.000 articoli caricati con cadenza quotidiana, 718 contenuti esclusivi tra interviste e interventi, una community quanto mai estesa di componenti delle istituzioni e del governo, di imprenditori e di manager, di professionisti e di professori universitari, un evento realizzato in presenza e 13 webinar concepiti negli ultimi sette mesi, una newsletter quotidiana con oltre 7.000 contatti; e, ancora, oltre 4.000 followers su facebook, 2.800 su linkedin e 1.700 su twitter. Ecco le attività realizzate dall’Osservatorio a favore della ripartenza dell’Italia.

Roma, 28 dicembre 2021 – Sono 700 le proposte degli esponenti della classe dirigente pubblica e privata del Paese raccolte dall’Osservatorio Economico e Sociale Riparte l’Italia. 700 soluzioni concrete sui principali nodi irrisolti che il sistema Paese si trova ad affrontare: PNRR, Sostenibilità, Transizione Digitale, riforma della Pubblica Amministrazione.

La piattaforma digitale dell’Osservatorio in un anno di attività ha costruito un big data di proposte e soluzioni concrete per la ripartenza, quotidianamente aggiornato e messo a disposizione gratuitamente degli utenti. In un anno oltre 500 mila cittadini hanno visitato il sito e letto e partecipato alle proposte.

Da questa attività è nato il Rapporto 2021 “Le sfide da vincere per la rinascita”, pubblicato oggi dall’Osservatorio economico e sociale Riparte l’Italia e disponibile sulla piattaforma online www.ripartelitalia.it.

Il documento riassume le attività e le proposte raccolte nel 2021 dall’Osservatorio, che ha seguito da vicino e ha dato voce alla ripartenza dell’Italia. Oltre 10 mila articoli caricati con cadenza quotidiana per dare risalto al dibattito pubblico sulla ripresa economica e sociale dell’Italia. Un panorama arricchito dagli oltre 700 contributi esclusivi, con diversi eventi realizzati in presenza e in streaming tramite webinar e una community quanto mai estesa di componenti delle istituzioni e del governo, di imprenditori e di manager, di professionisti e di professori universitari.

L’Osservatorio ha raccontato il 2021 attraverso alcune direttrici specifiche. Particolare risalto è stato dato ai temi legati alla Green Economy e al PNRR, due elementi centrali nella ripartenza dell’Italia. Una sezione della piattaforma è stata dedicata al mondo delle Imprese, con approfondimenti dedicati alla sostenibilità e alla transizione digitale. Altri focus specifici hanno riguardato il mondo della Sanità e della Scuola, centrali nella gestione della pandemia e nella conseguente ripartenza. Tutte le notizie sono state riportate dando particolare risalto alle due direttrici trasversali indicate dal Governo, il Sud e la Parità di Genere.

Nella piattaforma sono stati pubblicati anche diversi Documenti originali con le statistiche più rilevanti in chiave di ripartenza e i discorsi integrali del Premier Mario Draghi. La facilità di consultazione e approfondimento hanno contraddistinto il successo dell’Osservatorio, con ampio seguito di lettori della newsletter quotidiana come anche dei canali social.

Il Paper di quest’anno, realizzato nuovamente con la collaborazione di Davide Maria Locatello, Dottorando nell’Università di Bologna, ha una finalità ancora più precisa e orientata, arricchita da una consapevolezza accresciuta costantemente in un anno di dibattito. I singoli capitoli che indicano i vari temi di approfondimento sono infatti corredati da una sintesi finale attraverso la quale possono generarsi nuove proposte per affrontare il nuovo anno nell’ottica della ripartenza e della ripresa dell’Italia.

Il commento del Presidente dell’Osservatorio, prof. Luigi Balestra

«L’Osservatorio per il secondo anno consecutivo propone, in occasione delle festività natalizie, un documento che intende dar conto, seppur in via di estrema sintesi, delle idee che i dialoghi promossi negli ultimi dodici mesi hanno generato – ha annunciato il Presidente dell’Osservatorio, prof. Luigi Balestra, Membro Laico della Corte dei conti – Mi pare che l’Osservatorio abbia assunto, nello spirito pluralistico che dovrebbe contraddistinguere il sistema dell’informazione e, più in particolare, i luoghi del dibattito sulla ripartenza, una sua peculiare connotazione, idonea a rifuggire processi – sempre più vistosi – di omologazione».

«Un apporto determinante è provenuto dall’ecletticità del metodo prescelto onde intervenire in maniera efficace nel dibattito: interventi originali di esponenti della realtà socio-economica e istituzionale, interviste esclusive, webinar capaci in sessanta minuti di fare il punto della situazione, evidenziando criticità e avanzando proposte, documenti originali pubblicati integralmente, contributi elaborati dalla redazione secondo un metodo vòlto a privilegiare idee concrete e realmente efficaci nell’ottica della ripartenza e, al tempo stesso, a dar conto delle opinioni in un’ottica plurale.», ha continuato il Presidente «I temi che stanno a cuore dell’Osservatorio sono tanti e necessitano di competenze specifiche che sappiano farsi portatrici di approcci multidisciplinari, intessendo percorsi nei quali confronto, condivisione e aggregazione assumano il ruolo di paradigmi imprescindibili. Mi limito a citarne alcuni, certamente tra i più importanti tra quelli coltivati dall’Osservatorio: gli individui, l’ambiente e il capitale umano».

«Una buona lettura, accompagnata dall’augurio sincero a tutti per le imminenti festività natalizie» ha concluso il prof. Balestra, «nell’auspicio che gli effetti nefasti della pandemia possano essere ben presto archiviati e ci si possa ritrovare al cospetto di un Paese capace di inaugurare una nuova stagione, nella quale un ruolo di primo piano sia riservato agli individui e al loro benessere».

Il commento di Giuseppe Caporale, Fondatore dell’Osservatorio

«Da due anni l’Osservatorio è uno strumento a disposizione di tutti cittadini per partecipare e conoscere le questioni cruciali legate alla Ripartenza. – ha dichiarato Giuseppe Caporale, giornalista, fondatore dell’Osservatorio – Un big data che oggi è un’intelligenza collettiva a disposizione della classe dirigente pubblica e privata del Paese. La nostra missione civile è quella di dare un aiuto concreto alla qualità del dibattito pubblico sulla Ripartenza».

Vorresti ricevere il nostro Paper nel formato cartaceo?

Scrivici un'email. Ti diremo come fare!