Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

La richiesta del ministro Pichetto: “Dal PNRR servono 500 milioni per la bonifica dei “siti orfani”

«Il Pnrr prevede investimenti pari a 500 milioni per individuare e procedere alla riqualificazione dei cosiddetti siti “orfani”, vale a dire potenzialmente contaminati e per il quale il responsabile dell’inquinamento non è individuabile o non provvede agli adempimenti previsti». A dirlo è il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, in un videomessaggio all’evento “Impatto delle bonifiche ambientali e global health”, in corso a Palazzo Lombardia. «La salubrità dell’aria, dei terreni, dell’acqua è fattore imprescindibile per garantire migliori condizioni di vita e di salute dei cittadini».

«L’azione del mio ministero è volta a perseguire entro il 2026 – in collaborazione con le Regioni – la realizzazione del target che prevede la bonifica del 70% della somma di tutte le superfici di terreno individuate», ha aggiunto Pichetto. Per il ministro «dobbiamo e possiamo creare pari condizioni di vita in tutto il Paese e colmare le differenze ancora esistenti tra Nord e Sud: non possiamo dirci soddisfatti se in determinate zone dell’Italia risulta già ottimale lo smaltimento dei rifiuti rispetto ad altre dove questo obiettivo è lontano dall’essere centrato. La mia volontà e il mio impegno sono di perseguire a migliorare ed incrementare sempre più il modello di differenziazione e riciclo, ma anche di dotare alcuni territori di termovalorizzatori a emissioni zero per affrontare l’emergenza rifiuti».

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.