Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

L’analisi di Deloitte: la cucina italiana vale 240 miliardi nel mondo

La cucina italiana vale 240 miliardi di euro nel mondo nel 2023, superando il valore raggiunto nell’anno precedente, pari a 228 miliardi. È quanto emerge dalla nuova edizione del report “Foodservice Market Monitor” di Deloitte. L’Italia è in testa alla classifica europea per volume d’affari dei ristoranti, che nel 2023 ha raggiunto i 41 miliardi.

“Il comparto Foodservice italiano continua a registrare ottimi risultati e quest’anno il valore globale di quella che possiamo definire come ‘cucina italiana nel mondo’ è cresciuto ulteriormente”, ha detto Tommaso Nastasi, Partner e Value Creation Service Leader di Deloitte Italia. “Un segnale molto positivo che va di pari passo con i risultati dei ‘Full Service Restaurant’: il nostro Paese è il primo in Europa per valore generato. Per quanto riguarda le catene, nonostante l’incidenza in Italia sia ancora relativamente inferiore rispetto alla media mondiale (10% vs 35%), la traiettoria di crescita è allineata al trend globale”.

Il giro d’affari globale del comparto Foodservice è arrivato al valore di 2.797 miliardi di euro nel 2023. La regione che pesa di più, incidendo per il 42% del mercato globale, è l’Asia-Pacifico (Asia e Oceania). In termine di formati, il cosiddetto Full Service Restaurant (FSR), ovvero il ristorante “tradizionale” con servizio al tavolo, si conferma la categoria principale, rappresentando il 46% del totale. Il mercato mostra una crescita su base annua (2023 vs 2022) del +6,5% e la traiettoria di crescita è allineata ai risultati storici.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.