Il Think Tank Quotidiano della Classe Dirigente

[L’intervento integrale] Il premier Draghi: «Il Recovery Fund grande esempio di democrazia»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, ha inviato un videomessaggio al “Summit for democracy”, promosso dagli Stati Uniti. Riportiamo di seguito il suo discorso integrale.

“La pandemia ha rappresentato una grande sfida per le democrazie di tutto il mondo. 

Ci siamo trovati a dover bilanciare le libertà individuali con la sicurezza collettiva.

E garantire la prosperità durante una forte recessione.

Finora, siamo stati all’altezza.

Le nostre istituzioni sono rimaste forti ed efficaci.

Abbiamo preservato lo Stato di diritto.

Le nostre economie sono in forte ripresa grazie al sostegno senza precedenti fornito dai governi e dalle banche centrali.

L’esperienza dell’Ue è un ottimo esempio della resilienza delle democrazie.

Nei momenti più bui della crisi, abbiamo avviato il Next Generation EU – un programma di riforme ed investimenti da 750 miliardi di euro finanziato attraverso un’emissione di debito comune.

Abbiamo scelto di rimanere uniti e di condividere in maniera collettiva i costi della ripresa.

Abbiamo trasformato la pandemia in un’opportunità per colmare le disuguaglianze di lunga data, migliorare la sostenibilità e promuovere l’innovazione.

In sintesi – abbiamo puntato forte sulle generazioni future.

Nei prossimi cinque anni, l’Italia spenderà in totale più di 235 miliardi di euro per raggiungere questi obiettivi.

Intendiamo promuovere le energie rinnovabili, rinnovare il nostro sistema dei trasporti, costruire servizi migliori per i cittadini italiani – dalla sanità alla scuola.

Abbiamo già cominciato ad intraprendere importanti riforme – dal sistema giudiziario alla pubblica amministrazione.

Ed abbiamo introdotto nuovi meccanismi per garantire la prevenzione di frodi e corruzione e per assicuraci di spendere i fondi con integrità e trasparenza.

Dimostriamo così la capacità delle democrazie di pianificare in anticipo, di agire rapidamente, di apportare significativi cambiamenti. 

Mentre ci sforziamo di rispondere ai bisogni dei nostri cittadini, dobbiamo anche fare tutto il possibile per difendere i valori universali.

L’Italia ribadisce il proprio impegno a rafforzare e a tutelare i diritti umani – soprattutto a favore dei più vulnerabili.

Abbiamo stabilito dei piani d’azione nazionali per favorire ulteriormente l’uguaglianza di genere e l’inclusione sociale.

E per combattere tutte le forme di intolleranza e discriminazione, comprese quelle fondate sull’orientamento sessuale.

Quest’anno l’Italia ha presieduto il G20.

Abbiamo promosso un multilateralismo efficace ed ottenuto progressi importanti in molti settori, dalla lotta ai cambiamenti climatici alla tassazione equa delle multinazionali. 

Come democrazie, abbiamo un dovere gli uni verso gli altri, e verso il mondo intero. 

Dobbiamo tenere fede al nostro impegno per la libertà, l’equità e la prosperità economica per tutti. 

Grazie”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.